Leggero, trasparente

 

 

Il mare, come un volto indecifrabile,
eco ostinata cadenza autunnale,
bagna cosce scivolose, oliate
spiagge, dove lingua di ragno inventa
lettere, sinuose vocali, invade
oscurità di grotte, si prolunga
dal delta all’ipocentro oculare, dove
“una schiuma dischiude labbra tremanti”.*

 

*Paradiso, Lezama Lima

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...