Questa notte, sognando, ho sognato

 

 

 

Questa notte, sognando, ho sognato di matite e colori –
potrebbe essere questo un buon regalo di natale,
per disegnare alle pareti porte e finestre, poi anche
fiori sui davanzali e fototessera affacciate
sui campi e cieli attraversati all’orizzonte dai mari…

eccetera. Ma stamane, se sono morto, non lo sapranno i mari
e i venti, né i campi, né i cieli, né chi passa per strada.

Questa mattina, svegliandomi, mi sono svegliato, un altro
giorno, ancora una volta la morte non si è accorta di me.
Il mio nome non è macchiato dell’inchiostro dei necrologi.
L’albero a veLa capovolta ha tolto gli ormeggi, è fiorito
altrove dove non c’è ramo migliore per una buona impiccagione.

Qualcuno manda baci e passa come passano tutte le cose.
Qualcuno resta come un chiodo ben piantato nel muro, per

l’affresco incompleto. Laggiù in strada, qualcunaltro,
tornandosene a casa, fischiava tra sé un motivo leggero,
appena accennando nelle nostre orecchie il suo tormento,
mentre sogniamo di sognare un piede biforcuto che ci schiaccia
e toglie ogni chiodo prospettico, ogni sfumatura plurale.

 

 

 

 

 

 

 

Annunci

2 Comments

  1. ti ho letto, stasera, mentre leggevo un appunto con indicata un’altra lettura che qualcuno ha letto e mi ha consigliato di leggere ma che non so se leggerò.
    a questo punto, forse, è meglio che vada a rileggermi ciò che non ho riletto

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...