L’INFINITO… CIELO NOTTURNO!

Sempre… è una parola difficile con cui iniziare
una poesia, poi… altra parolina complicata,

finisce che non la finisci, che torni sempre, ed ecco
che ritorni, al punto di partenza, sempre, come un cane

che riporta il legnetto o un osso dissotterrato chissà
dove e quando, dimenticato crocevia di tagli e passi,

accordi e scambi, carne e cenere da lasciare in sospeso,
ma alimentato fuoco, per due o tre generazioni di gru

o quattro di chiacchieroni, bisognosi anche loro,
come i cani, d’infinito, a voler essere generosi

con se stessi, l’enigma dei giorni nel cercare-cercarsi
senza riuscire infine a riconoscersi in nessun epilogo,

nè cielo scavato, nessuna carie da curare o crescere.
Nulla è decisamente un’altra immagine!

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...