L’amore eterno che pare fermo

Il tempo gioca a freccette
sulla sezione di un sicomoro

come le ore il cui senso è
universalmente riconosciuto

da Dante mentre scende e gira
nella città degli inferi dove

incontra due giovani che s’amano
in un parco che occupano per ben

tre volte la grandezza del tempo
della superficie per abisso per

altezza per la tangenziale
lenta, lentissima, ferma.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...